Seleziona una pagina

Se mi stai leggendo ed avevi una tua macelleria prima degli anni 2000 ricorderai con nostalgia i bei tempi che furono, ma quel periodo fortunato e redditizio oggi è soltanto un bel ricordo.

Oggi le cose sono cambiate tantissimo:

  • La GDO è ultra presente in ogni angolo del nostro paese.
  • Le persone che fanno spesa da noi sono cambiate ed hanno uno stile di vita molto doverso.
  • La nostra cultura del mangiare e soprattutto del “mangiare bene” è  in continuo cambiamento.

Noi tutti siamo diventati iper-indaffarati, siamo sempre di corsa e non abbiamo mai tempo per goderci la vita, ed allo stesso modo i nostri clienti.

Tutti abbiamo meno tempo e voglia per farci da mangiare, di giorno siamo quasi tutti via per lavoro, o facciamo appena in tempo a mangiare un piatto veloce. La sera si arriva a casa stanchi e senza voglia di preparare da mangiare.

Questo è uno dei motivi per cui i piatti già pronti cotti o crudi oggi stanno guadagnando una fetta di mercato sempre più importante.

Pensa anche alle pubblicità in TV dei grandi produttori di carni, sono cotolette, polpette o polpettoni.

Da questo punto deriva anche un altro importante fattore, c’è sempre meno tempo e voglia di scegliere cosa farci da mangiare.

Potrebbe sembrare una stupidaggine, ma anche il fatto di fare la lista della spesa e dover scegliere cosa mangiare nei prossimi giorni è un fattore di stress.

 

Cosa si mangia oggi

La conseguenza unica di questo stile di vita si può riassumere con “si mangiano sempre le solite cose”.

Ripercorrendo i punti qui sopra le persone scelgono la carne da comprare in base a questi requisiti:

  • Deve essere veloce da cuocere
  • Deve fare poco odore in casa
  • Deve sporcare poco
  • Deve essere facile da digerire

Quindi si comprano sempre le solite cose: fettine di pollo, fettine di lonza, hamburger ecc..

Abbiamo acquisito un alimentazione che sotto il profilo del consumo di carne sta diventando noiosa.

Non dobbiamo tralasciare un altro importante fattore che sta prendendo sempre più piede: le intolleranze.

Anche io che ti scrivo dopo aver mangiato per una vita qualsiasi cosa mi sono ritrovato intollerante al lattosio, e come miglia e migliaia di persone hanno lo stesso problema.

Purtroppo i nostri corpi hanno tutti un limite di sopportazione di cibi schifezze e quando si esagera il livello il nostro corpo inizia a rifiutare un certo elemento, per me è stato col latte e derivati, altre persone hanno intolleranze varie.

Questo fatto per farti pensare quante nuove esigenze ha oggi il nostro consumatore medio.

Vorrei aggiungere anche la “moda” di essere vegetariani o vegani, in Italia oggi il 7,6% della popolazione dichiara di seguire una dieta priva di carne, fonte.

Non è un dato da temere, ma è importante sapere che il consumo di carne ne risente.

 

La scarsità economica

La crisi degli ultimi anni, che si potrebbe anche tradurre come “restrutturazione delle abitudini” ha creato una certa scarsità economica. La gente non ha più il potere di acquisto che aveva negli anni scorsi.

Anche per far fronte a questo problema si scielgono sempre più prodotti che costano poco e scapito dei rimanenti, il consumo di carne rossa è dovuto sia a questo motivo, sia all’allarmismo fatto nei confronti di questo alimento.

Oggi qualsiasi programma di informazione culinaria in Tv  ripropone come un mantra di non mangiare carne rossa.

Allo stesso tempo il consumo di carni bianche è aumentato ogni anno, ma se vendo un kg di filetto è ben altro discorso di vendere un kg di cosce di pollo.

Prima ho scritto Crisi, ma io non credo in nessuna crisi, mi sono messo il cuore in pace e non credo più in nessun ritorno del benessere. Il mondo che viviamo oggi sarò lo stesso che vivremo anche tra 5 o 10 anni.

Non dobbiamo illuderci pensando che torneremo agli anni ’90, per ben che vado domani l’iva aumenterà solamente al 24% e non al 25%.

Ma non ti voglio spaventare.

Oggi ci sono enormi possibilità per noi tutti.

Abbiamo le tecnologie ed il sapere giusto per iniziare a dare una svolta importante al tuo lavoro e farti tornare a guadagnare, non è difficile ed ogni mio articolo servirà per illustrarti nuovi lati della strategia per la tua macelleria.