Seleziona una pagina

Uno dei significati di consiglio è:

Parere con cui si intende aiutare qualcuno in una decisione.

Nelle successive righe ti racconterò di Giovanni, un mio ex-cliente ora pensionato. Ho raccontato a moltissimi miei clienti questa storia, rielaborata come consiglio, e mi hanno sempre ringraziato.

Oggi sono qui per raccontarla a te e sperò possa farti piacere.

E’ solo un consiglio semplice che già da domani potrebbe aiutarti a riempire un po’ di più il tuo cassetto.

Non voglio insegnarti a fare il tuo lavoro, ti racconto quello che ho imparato osservando i migliori.

 

#1 consiglio

Per più di 12 anni ho fatto il venditore di generi alimentari, il variare della nostra cultura del cibo ha reso necessario l’inserimento di sempre nuovi articoli, ed è stato proprio in questo frangente che ho imparato alcune cose importanti.

Alla fine i prodotti più venduti alla fine erano sempre gli stessi.

Sono sicuro che anche te hai alcuni prodotti che vanno sempre forte ed altri che fanno fatica.

Quando ho iniziato a fare il venditore,  avevo un’ammirazione smisurata verso quei macellai dotati di un enorme capacità di vendita, potevano davvero qualsiasi cosa a chiunque.

Io rimanevo ore in bottega da loro a chiacchierare di ogni cosa, facendomi da parte quando entravano i clienti per osservare ed apprendere le loro strategie di vendita.

Non tutti siamo nati venditori, c’è chi la vendita l’ha nel sangue e chi per diventarlo deve osservare, studiare ed applicare all’infinito.

Anche te sei un venditore, ed il tuo cassetto testimonia le abilità tue e dei tuoi dipendenti.

Uno dei miei clienti che più ho invidiato si chiamava Giovanni ed era davvero il migliore.

Ogni volta che la ditta per cui lavoravo faceva uscire nuovi prodotti il primo che chiamavo era sempre lui, e la telefonata si svolgeva più o meno così:

Io:  <<Giovanni ho un prodotto nuovo da farti provare!>>

Giovanni: <<Mandami 2 casse.>>

Era il migliore!

La prima cosa che faceva appena arrivata la merce era cuocere il nuovo prodotto ed assaggiarlo.

Cuoceva un’intera cassa!

Subito.

Se c’era la possibilità ne cuoceva metà in un modo e metà in un altro, esempio al forno o in padella.

Il prodotto cotto lo metteva su un piatto elegante, faceva tanti bocconcini e lo appoggiava in bella vista.

Tutte le persone che entravano erano obbligate ad assaggiare il nuovo prodotto e poi uscivano dalla bottega con una confezione del prodotto nuovo, da cucinare poi a casa.

Aveva un modo di fare arrogante ma simpatico ed anche dolce, sapeva davvero piacere alle persone, e sapeva fin dove spingersi.

Se il prodotto era buona Giovanni era in grado di introdurlo senza problemi nella sua vetrina senza il pericolo di cannibalizzare il resto.

Era una vendita in più senza alcun sforzo.

Purtroppo questo modo di fare confligge col modo di fare di ognuno di noi e con  con il nostro temperamento.

Ma fidati di me, quando ti propongono qualche nuovità… Te prova sempre tutto e poi fallo provare ai tuoi clienti.

Qualcuno a cui piacerà lo troverai sempre.

 

Non è sempre oro ciò che luccica

O meglio…

Non tutti siamo sempre aperti alle novità.

Magari avessi avuto solo clienti come Giovanni, alcuni purtroppo erano sempre ultra-restii nel provare qualsiasi novità gli proponessi.

Ricordo perfettamente alcuni clienti a cui facevo una fatica della madonna a proporre cose nuove, bravissime persone che però non volevano mai provare nulla che li facesse uscire dalla loro routine quotidiana.

Io sono sempre stato un grandissimo rompicoglioni ed alla fine tutti le novità le ho sempre fatte provare a tutti, ma con certe persone… che fatiche!

Io: <<Allora come è andato il prodotto nuovo?>>

Cliente restio: <<Male… ho provato a farlo uscire ma proprio non è andato, metà mi è scaduto nel banco.>>

Io: <<Ma te prima di venderlo l’hai assaggiato?>>

Cliente restio: <<No, non mi andava.>>

Che tu sia un cliente abituato alla routine o che tu sia come Giovanni, non fermarti mai alle tue credenze.

Esci dalla zona di comfort.

Le tue credenze ti bloccano ed allo stesso modo bloccheranno anche le vendite della tua macellerie.

Le grandi case di produttrici di generi alimentari prima di far uscire un nuovo prodotto fanno studi di mercato enormi! Non partirebbero mai in qualche nuova crociata senza avere alcuni dati confortanti.

Se loro dicono che le premesse di fare bene ci sono vuol dire che ti stanno offrendo una nuova carta da giocarti per guadagnare senza sforzo..

Ti stanno fornendo incredibili strumenti di vendita. Approfittane.