Seleziona una pagina

Il maiale: i valori nutrizionali e benefici

da | Apr 21, 2018 | Operatività, Prodotti |

Come raccontavo nell’articolo Perché certi clienti non comprano da te, una delle primissime cose per iniziare a creare clienti nuovi è spiegare e raccontare che: ciò che vendiamo è diverso dagli altri.

Per far questo dobbiamo essere informati noi per primi delle qualità della carne, della sua composizione e degli usi, per poi raccontarlo a tutti i tuoi potenziali clienti.

Inizio questa serie di articoli con la carne di maiale.

La carne di maiale viene spesso considerata una carne molto grassa e per questo bandita spesso nelle diete, in realtà può essere una valida alternativa alle carni di manzo essendo considerata a metà strada tra carne rossa e bianca.

 

La carne di maiale è una fonte di proteine di qualità elevata ottime per promuovere la crescita e il mantenimento della massa muscolare; inoltre sono presenti anche vitamine alleate del buon funzionamento dell’organismo e molecole dalle proprietà antiossidanti.

 

Inoltre la carne di suino è molto più digeribile e assimilabile dall’organismo rispetto ad altri tipi di carne per la fibra della sua struttura muscolare: il tessuto connettivo nel maiale è presente in maniera minore rispetto ad altri tipi di carni.

 

Proprietà nutrizionali della carne di maiale

I valori nutrizionali sono pari a circa 297 calorie per 100 g di carne di suino cotta  e quasi completamente sgrassata. In oltre è composta da:

  • 53 g di acqua
  • 25,7 g di proteine
  • 20,8 g di lipidi, fra cui: 9,25 g di grassi saturi, 9,25 g di grassi monoinsaturi, 1,87 g di grassi polinsaturi (fra cui 1,64 g di omega 6 e 0,07 g di omega 3) e colesterolo

Le vitamine e i minerali contenuti sono:

  • niacina
  • vitamina B6
  • vitamina B12
  • fosforo
  • ferro
  • selenio
  • zinco

 

Inoltre la carne di maiale è una fonte di creatina, taurina e glutatione.

 

 

Benefici del consumo di carne di maiale

Come abbiamo visto la composizione della carne di maiale a seconda del taglio e se consumata con moderazione può apportare anche dei benefici all’organismo che sono:

  • Contrasta l’invecchiamento mantenendo la pelle elastica grazie alla presenza di collagene;
  • Ricca in vitamine in particolare la B6 e la B2, inoltre i sali minerali sono ad alta biodisponibilità e il ferro presente può apportare benefici a chi soffre di anemia;
  • Ottima per il cuore, i muscoli e le cellule oltre per una corretta coagulazione del sangue e protezione dalle infezioni per la sua ricchezza di proteine ad alto valore biologico, fondamentali per un’adeguata sintesi proteica;
  • Previene le malattie cardiovascolari se scelta nei tagli magri grazie all’alta concentrazione di sali minerali e vitamina B12, fondamentale per lavorare sul deposito dei grassi e nel supportare  la funzionalità epatica;
  • Rafforza il sistema immunitario grazie alla presenza di zinco, minerale fondamentale per la salute che aiuta a difendere dalle infezioni e mantiene il sistema immunitario forte e reattivo;
  • Antiossidante grazie alla presenza di selenio;
  • Valido aiuto per il sistema nervoso per la presenza di niacina o meglio conosciuta anche come vitamina PP o B3;
  • Combatte stanchezza e spossatezza per la presenza di taurina un amminoacido  che contiene zolfo, utile per i problemi di cuore e contro l’ansia, inoltre la creatina garantisce energia nei momenti di sforzo intenso.

 

 

Tagli di carne

I tagli di carne di maiale più pregiati, teneri e magri sono:

– il filetto con 120 calorie per 100 grammi ed un contenuto di grassi pari a 3,4 grammi, parte che va dall’estremità della spalla alla prima costola;

– la lonza o lombata – 144 calorie per 100 grammi ed un contenuto di grassi pari a 5,6 grammi,  taglio ai lati della spina dorsale;

– il carré, proseguimento della lombata, da cui si ottengono nodini, braciole  con 250 calorie per 14 grammi di grassi, se privo di ossa avremo 130 calore e  5,5 grammi di grassi chiamato arista;

– il cosciotto apporta 110 calorie e 3,2 grammi di grassi;

– la spalla con 291 calorie e 21,3 grammi di grassi.

Costine, piedini, testina, guanciale e pancetta sono i tagli invece meno pregiati e più ricchi di grassi.

 

 

Possibili controindicazioni

Nonostante i benefici che apporta all’organismo e la sua ricchezza in sostanze importanti per la salute un consumo eccessivo di carne di maiale può avere controindicazioni essendo prevalentemente una fonte di grassi saturi, che secondo le attuali raccomandazioni degli esperti non dovrebbero superare il 10% delle calorie giornaliere. Inoltre la carne di suino è una fonte di colesterolo, il cui consumo quotidiano non dovrebbe superare i 300 mg.

Per questo motivo un consumo eccessivo della carne di maiale dovrebbe essere evitato da chi è in sovrappeso, soffre di ipertensione o di colesterolo alto. Questo comprende anche gli insaccati per la loro ricchezza in sale.

 

Effetti indesiderati da consumo eccessivo

Come per il consumo eccessivo di quasi tutti gli alimenti anche per la carne di maiale si possono riscontrare i seguenti:

  • affaticamenti renali perché si verifica una produzione eccessiva di scarti azotati;
  •  produzione di sostanze cancerogene nel caso di eccessiva cottura come la cottura alla brace;
  • emicrania e ritenzione idrica date dal consumo eccessivo di insaccati derivati da maiale per il processo di raffinazione a cui sono sottoposti.

Quindi via libera al consumo di carne di maiale in maniera moderata, scegliendo il taglio più magro e con una cottura adeguata per trarne tutti i benefici e nutrienti citati, senza rinunciare al gusto e senza rischiare che la bilancia si ribelli!

Accedi adesso al gruppo segreto su Facebook

Perché dovresti partecipare al gruppo?

  • Per essere sempre aggiornato sui prezzi del mercato
  • Per far parte di una comunità unica nel suo genere
  • Per discutere ogni giorni di casi di macellerie di successo
  • Per scambiarci opinioni e strategie funzionanti
[]
1 Step 1
Nomeyour full name
pick one!
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right

Forse potrebbe interessarti anche…

Come incrementare le vendite di carne in macelleria

    La vendita di carne nelle macelleria con le sempre più aperture di centri commerciali con prezzi a volte veramente stracciati, è diventata sempre più una sfida per essere incrementata. Le famiglie con la crisi negli ultimi decenni hanno diminuito la spesa media di...